[28/05/19]

“Italia e Russia – Incentivi e certezza fiscale: elementi chiave per il successo e la crescita”

Legalitax Studio Legale e Tributario, LCA Studio Legale, Studio Mercanti e Associati con IFA Russian Branch

 

“Italia e Russia – Incentivi e certezza fiscale: elementi chiave per il successo e la crescita” è il tema del seminario sponsorizzato da Legalitax Studio Legale e Tributario, LCA Studio Legale, Studio Mercanti e Associati e IFA Russian Branch e organizzato dall’Ambasciata d’Italia a Mosca.

Durante l’incontro sono stati illustrati agli investitori russi gli incentivi e le agevolazioni fiscali di cui potrebbero beneficiare in Italia. In dettaglio, sono stati analizzati i crediti fiscali e altre agevolazioni per stimolare gli investimenti nel nostro paese, le modalità con cui incrementare la certezza fiscale per gli investitori stranieri, l’attuale regime fiscale di attrazione dei contribuenti con alta capacità contributiva e dei lavoratori impatriati e, infine, l’interazione tra le amministrazioni finanziarie e le procedure di scambio di informazioni tra i due paesi.

Il seminario, è stato introdotto da Pasquale Terracciano, Ambasciatore d’Italia in Russia, ed è proseguito con i ringraziamenti di Irina Rousakova, Presidente dell’IFA - Branch Russia e di Victor Matchekhin, Vice-Presidente dell’ IFA.

A seguire gli interventi dei relatori, Sergio Sirabella, Counsel – Legalitax Studio Legale e Tributario, Matteo Moretti, Partner – LCA Studio Legale, Giovanni Mercanti, Partner – Mercanti e Associati, Artem Toropov, IFA - Branch Russia. Nella seconda parte del seminario sono intervenute anche Oriana Miele, Direzione Centrale Grandi Contribuenti, Settore Strategie per la Compliance e per l'Attrazione degli Investimenti, Ufficio Accordi preventivi e controversie internazionali dell'Agenzia delle Entrate e Alexandra Kadet, Vicepresidente del Dipartimento di transfer pricing del servizio fiscale federale della Russia – Responsabile dello scambio di informazioni e dei controlli fiscali delle transazioni internazionali.

Negli ultimi mesi abbiamo organizzato in Ambasciata – ha fatto presente l’Ambasciatore Pasquale Terracciano - tre seminari sugli incentivi fiscali per gli stranieri che intendano investire in Italia, tra cui il regime “Res Non-Dom”. Abbiamo notato che il tema suscita grande interesse. Oggi, con gli studi italiani Legalitax, LCA, Mercanti e Associati e con la sede russa dell’International Fiscal Association, ci concentreremo sul tema degli incentivi fiscali per attrarre investimenti esteri in Italia, sulle nuove misure messe a disposizione degli investitori esteri dalla legislazione italiana e sull’interazione tra Amministrazioni italiane e russe in materia (sono presenti anche funzionari dell’Agenzia delle Entrate italiana).

Il superamento della crisi economica che ha colpito la Russia negli ultimi anni sta generando una crescente domanda di informazioni sulle opportunità offerte dal Governo italiano a quei soggetti che decidono di investire in Italia. Negli ultimi anni, l'Italia ha seguito un percorso di importanti riforme strutturali, che avranno effetti crescenti nel tempo e grazie alle quali settori cruciali, come quello del credito e della finanza, hanno voltato pagina. L'introduzione di strumenti giuridici al passo con i tempi, quali, ad esempio, i nuovi visti per investitori e imprenditori innovativi e il regime fiscale forfettario per i residenti non domiciliati, ha l’obiettivo di contribuire a migliorare il clima degli affari per le imprese e ad attrarre individui amanti dell’Italia e del Made in Italy. Questa nuova misura permette inoltre all’Italia di competere in un contesto internazionale in cui sono già presenti disposizioni di questo tipo e che in futuro diventerà sempre più competitivo”.

“Questo seminario - spiega Sergio Sirabella, Counsel di Legalitax Studio Legale e Tributario - rappresenta il ponte che mette in comunicazione due mondi, quello delle molteplici opportunità fiscali offerte dal nostro Paese e quello degli investitori russi siano essi persone fisiche o giuridiche. Di sicuro le agevolazioni fiscali che attraggono nel nostro Paese le persone fisiche con una disponibilità rilevante di capitali e risorse finanziarie e che hanno maturato una importante esperienza lavorativa all’estero detassando rispettivamente i redditi esteri e i redditi domestici, e quelle previste dal piano Industria 4.0, per le persone giuridiche favoriranno lo sviluppo economico, culturale e tecnologico del nostro Paese”.

Nel sempre maggiore interscambio commerciale tra l’Italia e la Russia la fiscalità ha un peso sempre più determinante ed il nostro paese sta utilizzando la variabile fiscale per proporre ad imprenditori, investitori e mercato le grandi opportunità che l’Italia è in grado di offrire, competendo con gli altri stati membri dell’Unione ed assicurando, in questo modo, quelle occasioni professionali che sono stimolo di crescita e di confronto- ha affermato Matteo Moretti, Partner – LCA Studio Legale.

E’ fondamentale far conoscere in maniera diretta il potenziale del nostro sistema Paese che non sempre viene diffuso all’estero con la chiarezza necessaria. Riteniamo particolarmente importante essere riusciti a coinvolgere nella discussione esponenti di rilievo delle rispettive Amministrazioni Finanziarie perché l’aspetto premiante di ogni investimento cross-border è il dialogo fattivo e la collaborazione tra le varie controparti. Gli imprenditori di Russia e Italia devono poter trovare nei rispettivi Paesi opportunità di investimento in maniera tale da poter massimizzare il loro potenziale; noi consulenti, abbiamo in tale contesto, un ruolo centraleha dichiarato Giovanni Mercanti, Partner – Mercanti e Associati.

Immagini dal sito internet dell' Ambasciata d'Italia a Mosca 
Altre immagini

RASSEGNA STAMPA



Indietro