[29/05/19]

Legalitax vince contro INAIL e Agenzia delle Entrate

In tema di accertamento della corretta classificazione delle attività produttive ai fini del pagamento dell’esatto premio assicurativo

Legalitax Studio Legale e Tributario, con il partner Luciano Racchi , l’of counsel Barbara De Benedetti e con l’assistenza, del Dottor Francesco Favi di Forobonaparte per gli aspetti tecnico - impiantistici e contabili, vince con Alfagomma Hydraulic, azienda attiva nella produzione di sistemi per fluidi industriali ed idraulici, la controversia contro INAIL e Agenzia delle Entrate.

La controversia riguarda l’accertamento della corretta classificazione delle attività produttive di Alfagomma Hydraulic ai fini del pagamento dell’esatto premio assicurativo, con recupero di quanto indebitamente pagato in più in conseguenza della errata classificazione operata da INAIL nel 2007.

A ciò si aggiunge anche l’accertamento della nullità di una cartella esattoriale emessa da INAIL.

Il Provvedimento relativo alla pronuncia del Tribunale di Teramo (Sentenza n. 314/2019 pubbl. il 15/05/2019 RG n. 769/2017, Sezione Lavoro) è estremamente rilevante sotto il profilo giuridico in particolare per quanto concerne la decorrenza (al 2008) dell’esatta classificazione. Il Tribunale ha infatti ritenuto imputabile all’INAIL l’errata determinazione della classifica delle attività produttive e sufficiente, ai fini, invece, di una, corretta interpretazione e quindi classificazione, la descrizione delle attività medesime comunicata dalla Società all’Istituto nel 2007.

In dettaglio, Alfagomma Hydraulic, assistita da Legalitax Studio Legale e Tributario, ha ottenuto dal Tribunale di Teramo il diritto di Alfagomma Hydraulic alla classificazione alla voce di tariffa di premio 6240 di tutte le attività produttive esercitate presso lo stabilimento di Mangone (CS) relative alla PAT20311121 con decorrenza dal 1 gennaio 2008, e per l’effetto la condanna dell’INAIL alla restituzione dei maggiori premi pagati dal gennaio 2008, con conseguente riconoscimento del tasso applicato, nella misura che verrà determinata dall’espletanda CTU; l’annullamento della cartella di pagamento n.108 2017 0087406 74 000 notificata a mezzo PEC in data 25 agosto 2017; la disposizione, con separata ordinanza, per la prosecuzione del giudizio per la determinazione del quantum debeatur.

Le domande presentate da Legalitax Studio Legale e Tributario nelle tesi difensive sono state, dunque, tutte accolte interamente nel primo grado del giudizio presso la Sezione Lavoro del Tribunale di Teramo.

RASSEGNA STAMPA



Indietro