[09/05/20]

Made in Italy: tutela rafforzata con l’eliminazione della certificazione “Covid free”

a cura Andrea Rescigno e Ilaria Carli

Pubblicato su IPSOA Quotidiano del 9 maggio 2020

* * * 

Con la conversione in legge del decreto Cura Italia sono state introdotte specifiche regole per la tutela del Made in Italy del comparto agroalimentare che nella prima fase di diffusione del virus era stato penalizzato dalla richiesta di certificazioni Covid free, non previste o necessarie in relazione all’assenza di contaminazione dal virus. In particolare, si tratta di norme di applicazione necessaria valide anche nei confronti dei clienti esteri, i quali quindi non potranno invocare la propria legislazione. Spetterà all’Ispettorato centrale della tutela della qualità e della repressione delle frodi dei prodotti agroalimentari provvedere all’accertamento delle violazioni sia d’ufficio, sia su segnalazione di qualunque soggetto interessato, e all’irrogazione delle sanzioni.

La legge di conversione del decreto Cura Italia (D.L. n. 18/2020 convertito in l. n. 27/2020), modificando la pregressa versione, ha introdotto specifiche regole per la tutela del Made in Italy del comparto agroalimentare che rischiava di essere ulteriormente pregiudicato da questo difficile periodo di emergenza sanitaria.

Continua la lettura



Indietro