[26/03/20]

Coronavirus: come valutare gli effetti dell’emergenza sugli adempimenti contrattuali

Articolo a cura di Andrea Rescigno

Pubblicato su IPSOA QUOTIDIANO del 26 marzo 2020
* * * 

L’emergenza da Coronavirus e le misure di contenimento adottate, anche con il decreto Cura Italia, sono destinate ad avere un impatto sulla capacità delle parti di un contratto di dare corretta e tempestiva esecuzione alle obbligazioni assunte, sia in ambito nazionale che internazionale. La gravità ed eccezionalità della situazione impone una valutazione specifica in ordine alla possibilità che l’emergenza sanitaria e i conseguenti provvedimenti della pubblica autorità possano rientrare nella nozione di impossibilità sopravvenuta, anche temporanea, delle prestazioni contrattuali. Come effettuare una corretta valutazione?
La gravità ed eccezionalità della emergenza epidemiologica da Coronavirus (COVID-19) impone una valutazione anche in ordine alla possibilità che detta emergenza ed i relativi provvedimenti normativi possano rientrare nella nozione di “evento di forza maggiore” o, comunque, costituire eventi esimenti dalla responsabilità in cui potrebbero incorrere le imprese italiane per la mancata o ritardata esecuzione delle obbligazioni contrattuali assunte prima del loro verificarsi.

Continua la lettura



Indietro