[22/02/21]

Sì al concorso tra bancarotta e indebita compensanzione

a cura di Laura Ambrosi e Antonio Iorio

Pubblicato su Il Sole 24 Ore - Norme e Tributi, Norme & Tributi Plus Diritto, del 19 febbraio 2021

* * *

È configurabile il concorso tra la bancarotta fraudolenta impropria da operazioni dolose e l’indebita compensazione di crediti di imposta non sussistendo tra i due illeciti un rapporto di specialità unilaterale. A fornire questo rigoroso principio è la Cassazione, sezione V penale con la sentenza 6350 depositata ieri.

La vicenda a base della pronuncia, in sintesi concerneva la condanna dell’amministratore di una società fallita e del suo consulente per alcuni reati fallimentari e il delitto di indebita compensazione di crediti inesistenti. Tra gli articolati motivi di ricorso, i difensori eccepivano anche la violazione del «ne bis in idem» per le condotte relative alla bancarotta fraudolenta con operazione dolose (articolo 223 della legge fallimentare) e l’indebita compensazione (articolo 10 quater Dlgs 74/2000.

Il Sole 24 Ore – Norme & Tributi 19 02 2021
Norme & Tributi Plus Diritto 19 02 2021



Indietro