[25/02/21]

Udienza pubblica solo facoltativa? Parola alla Consulta

a cura di Antonio Iorio

Pubblicato su Il Sole 24 Ore - Norme e Tributi, Norme & Tributi Plus Diritto, del 25 febbraio 2021

* * *

La Ctp di Catania (si veda «Il Sole 24 Ore» del 22 febbraio 2021) dubita della costituzionalità della norma che, all’interno del processo tributario, prevede la facoltà delle parti (e non l’obbligo) di svolgere la pubblica udienza. Aldilà della sua fondatezza, tale decisione in questo periodo risulta di estrema attualità.

È noto infatti che le pubbliche udienze (a distanza), ormai da vari mesi, per una serie di ragioni di fatto non si stanno svolgendo, se non in talune commissioni tributarie.

I giudici catanesi, in sintesi, partono dalla normativa vigente ante riforma del contenzioso tributario del 1992, oggetto di una pronuncia di incostituzionalità (sentenza 50/1989) della norma del tempo che non consentiva la pubblica udienza. Evidenziano così che anche la successiva norma (articolo 33 del Dlgs 546/1992) lasciando alla disponibilità delle parti la richiesta (facoltativa) di pubblica udienza, in realtà presenta le medesime censure di costituzionalità al tempo rilevate dalla Consulta.

Il Sole 24 Ore – Norme & Tributi 25 02 2021
Norme & Tributi Plus Diritto 25 02 2021

 



Indietro