[02/03/21]

Società sempre segnalata alla Procura se l'amministratore è denunciato per un reato tributario

a cura di Antonio Iorio

Pubblicato sulla rivista IL FISCO n. 9/2021 del 1 marzo 2021

* * *

A partire dalle dichiarazioni presentate nel 2020 trovano applicazione le nuove regole sulla responsabilità amministrativa della società in presenza di alcuni reati tributari. Nonostante, infatti, queste norme siano entrate in vigore dal 25 dicembre 2019, trattandosi, per lo più, di reati che si consumano con la presentazione della dichiarazione dei redditi o dell’IVA, i primi illeciti interessati riguardano le scorse dichiarazioni.

Si tratta di una ulteriore sanzione che colpirà le società nel caso in cui siano commessi alcuni delitti tributari. Alla responsabilità penale del rappresentante legale ed alla sanzione tributaria a carico della società ora si aggiunge anche la responsabilità amministrativa prevista dal D.Lgs. n. 231/2001. Nel corso di un incontro con la stampa specializzata, la Guardia di Finanza, rispondendo ad uno specifico quesito, ha delineato l’ambito di tale nuova responsabilità, precisando che l’impresa interessata sarà segnalata pressoché automaticamente alla Procura della Repubblica nel momento in cui verrà accertato il reato tributario (fonte) commesso dal rappresentante legale. Per evitare questa nuova gravosa sanzione la società deve adeguarsi alle previsioni del D.Lgs. n. 231/2001.

Continua la lettura



Indietro