Professionisti

Alessio Briganti

Associato

 Alessio Briganti
Sede

Roma


Formazione

Laurea in Giurisprudenza, Università di Roma Tre


Iscrizioni

Ordine degli Avvocati di Roma (2006)


Lingue

Italiano, Inglese


Associato

Competenze acquisite

Da più di quindici anni è specializzato nella consulenza in materia di privacy a favore di società ed enti di ogni tipo, con particolare attenzione al mondo del non profit, della ricerca scientifica, dell’imprenditoria farmaceutica, delle start-up tecnologiche innovative, della grande distribuzione e del gaming (online e non), curando la redazione di tutta la complessa documentazione privacy imposta dal Regolamento Europeo n. 679 del 2016 (GDPR), predisponendo progetti di c.d. “privacy by design” per trattamenti di dati particolarmente delicati (piattaforme informatiche con dati sanitari, gestione di studi scientifici multicentrici anche internazionali, gestione di banche dati legate al gioco online) nonché curando l’effettuazione di tutti gli altri necessari adempimenti imposti dal medesimo e dai provvedimenti del Garante privacy. 

Assiste anche aziende che forniscono servizi di call center, affrontando tutte le tematiche privacy relative al trasferimento all’estero dei dati degli utenti (in Paesi UE ed extra UE), dell’attività di marketing (diretto e indiretto) e della profilazione. 

Effettua presso i clienti attività di due diligence, allo scopo di proporre soluzioni e strategie adeguate alla struttura esaminata. 

Sta altresì curando l’adeguamento al GDPR di numerose realtà nazionali. 

Dal 2007 ha pubblicato e continua a pubblicare alcuni articoli di approfondimento e aggiornamento su questioni particolarmente dibattute e novità che interessano la privacy. 

Negli ultimi anni è stato relatore, affrontando tematiche particolarmente delicate legate alla privacy, in eventi dedicati a detta normativa nonché in convegni nazionali di società medico-scientifiche. 

Svolge corsi didattici in materia di privacy, in special maniera per il personale degli enti in cui ricopre il ruolo di RPD; inoltre, dal 2013, tiene dei corsi validi per il conseguimento dei crediti formativi per gli avvocati ed è relatore riconosciuto dal Consiglio Nazionale Forense. 

Dal 2014 è socio promotore di Federprivacy e dal medesimo anno ha ricevuto l’Attestato di Qualità come consulente esperto in materia di privacy (ai sensi della Legge 14 gennaio 2013, n. 4). 

Inoltre, nel corso degli anni ha maturato una specifica competenza nella consulenza legale e tributaria nei settori del non profit (associazioni, fondazioni, Onlus) e profit (società ed enti commerciali, gruppi di società). 

Nel settore non profit assiste - sotto il profilo tributario (normativa speciale in tema Onlus, tassazione degli enti non commerciali, ecc.), legale (redazione di statuti, contratti, regolamenti, convenzioni, pareri, ammissione ad elenchi particolari istituiti dalla Pubblica Autorità, ecc.) e contabile (redazione del bilancio e delle relazioni correlate) - organizzazioni del Terzo Settore attive prevalentemente nel campo medico-scientifico e nella ricerca sanitaria. 

Inoltre, sempre nel comparto non profit, presta assistenza: 

  • nelle procedure di costituzione degli enti, in quelle volte al riconoscimento della loro personalità giuridica, nonché in quelle dirette all’iscrizione presso l’Anagrafe Unica delle Onlus e altri albi o registri (organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale, ecc.); 
  • nelle procedure di liquidazione dei medesimi. 

Alessio Briganti ha altresì maturato una particolare esperienza in materia di contenzioso tributario, nella rappresentanza e difesa di società ed enti sia in sede amministrativa, dinanzi agli organi dell'Amministrazione finanziaria, che in sede giurisdizionale, dinanzi agli organi della giustizia tributaria


Associazioni professionali/studi precedenti

In precedenza, Alessio Briganti ha assunto la qualifica di Senior in CBA Studio Legale e Tributario, già Studio Legale e Tributario Camozzi & Bonissoni.


Cariche, premi/riconoscimenti

E’ stato designato Responsabile della Protezione dei Dati (RPD) da alcuni primari Gruppi di imprese internazionali, strutture sanitarie, start-up innovative, associazioni nazionali di pensionati, enti non profit ed altri enti dediti alla ricerca medico-scientifica.


Pubblicazioni

Tra le pubblicazioni più recenti: 

  • Su “Agenda Digitale” del 25 luglio 2022, “Cessione di dati nella ricerca scientifica non-profit, se la legge non risolve i problemi: le possibili soluzioni”.
  • Sulla Guida de “il fisco” dal titolo “Terzo Settore e Iscrizione al RUNTS”, datata aprile 2021, ha curato la redazione del Capitolo X intitolato “Trattamento dei dati personali nel RUNTS”. 
  • Su “Il Sole 24 ORE – Salute” del 20 maggio 2020, “Quei nodi irrisolti della privacy che complicano la ricerca contro il Covid-19″. 
  • Sul “Giornale IPSOA” del 30 aprile 2020, “Emergenza Covid-19 e imprese inattive: perché l’attività del RPD deve proseguire comunque”. 
  • Sul “Giornale IPSOA” del 9 aprile 2020, “Erogazioni liberali, incentivi fiscali con portata estesa. Ma ancora non basta”. 
  • Sul “Giornale IPSOA” del 3 aprile 2020, “Erogazioni liberali: servono modifiche per rendere più efficaci i nuovi incentivi fiscali”. 
  • Su “New Business Media S.r.l.” del 6 dicembre 2018, GDPR, la privacy by design negli studi scientifici”. 
  • Su “Diritto24” del 15 gennaio 2018, Nuove regole privacy per la ricerca scientifica: un pasticcio normativo ma la ratio di fondo è quella giusta”

Indietro